L’Organizzazione per la cooperazione e per lo sviluppo economico (OCSE) presuppone che il ritmo dell’espansione dell’economia slovacca rimane alto anche nei prossimi due anni. Il notevole incremento delle capacità nel settore automobilistico favorirà l’esportazione. Infatti, il miglioramento della situazione sul mercato del lavoro e l’incremento discreto degli investimenti, rinforzato dalle condizioni finanziarie favorevoli e dal prelievo aumentato dei fondi dell’Unione europea, contribuiscono alla domanda alta nazionale.

L’OCSE nella sua attuale previsione pubblicata nell’ambito della relazione sulle prospettive dell’economia mondiale prende in considerazione nel 2019 l’aumento del prodotto interno lordo (PIL) del 4,3 % e nel 2020 del 3,6 %. In questo anno si aspetta l’aumento del 4,1 % dopo +3,4 nell’anno scorso. La riduzione dell’espansione nel 2020 avviene conformemente all’ambiente esterno.

L’aumento delle retribuzioni comporta l’accelerazione dell’inflazione nel 2020 al 3 % dal 2,7 % nell’anno corrente e anche nel prossimo anno. La mancanza di manodopera fa pressione sull’incremento delle retribuzioni. Il tasso di disoccupazione, secondo la OCSE, di quest’anno scende al 6,7 % dal 8,1 % dell’anno scorso. La disoccupazione dovrebbe continuare a scendere anche negli due anni successivi – nel 2019 al 6,1 % e nel 2020 al 5,5 %.

I piani inerenti al consolidamento fiscale sono conformi alle richieste dell’Unione europea, come sostiene l’OCSE, che prende in considerazione il calo progressivo del deficit delle finanze pubbliche dal 0,7 PIL nel corrente anno al 0,4 PIL nel 2019 e al 0 % PIL nel 2020. Il debito pubblico dovrebbe diminuire quest’anno al 57 % PIL dal 58,1 % del PIL nell’anno scorso. Nel 2019 il debito pubblico diminuisce al 55,1 % del PIL a nel 2020 al 53,2 % PIL.

Fonte: teraz.sk

Saremo lieti di fornirvi i nostri servizi.

Contattateci

Post correlati:

Show Buttons
Hide Buttons